EcoDolomites GT 2019: vince l’energia rinnovabile!

Sotto una continua pioggia battente e per il conseguimento di trofei ricavati dal legno degli alberi abbattuti dalla tempesta “Vaia” dell’autunno 2018, si é conclusa a Primiero San Martino di Castrozza la prima Edizione dell’ECOdolomitesGT: la gara dolomitica del Campionato Italiano Green Endurance 2019 (www.GreenEndurance.org), dedicato a vetture “ecologiche”, tenutasi da Ortisei (BZ) a Primiero San Martino di Castrozza (TN), dal 6 all’8 settembre scorsi.

Tra gli equipaggi iscritti spiccano i nomi di alcuni tra i più importanti Team di questa disciplina: #Nytko Motorsport (Canada e Polonia), #EcoMotori Racing Team, #Volta #Electric Team, #Snam4Mobility, #Scuderia #Etruria e #RaceBioConcept Team: la squadra corse che, per la prima volta al mondo, nel 2005, proprio qui tra le dolomiti introdusse tutte le auto “ecologiche” allora diffuse nel motorsport, impiegando vetture alimentate o propulse in modo alternativo (alla benzina e al gasolio) in apertura e chiusura di un Rally internazionale, l’allora 25°Rallye Internazionale di San Martino di Castrozza e Primiero.

Vetture elettriche alimentate da energia da fonte rinnovabile, vetture alimentate a biometano, ibride termiche-elettriche e alimentate a GPL si sono sfidate in una gara di regolarità e consumo in un percorso che si é snodato tra la Val #Gardena e la Valle di #Primiero, diviso in quattro settori da circa cento chilometri, ciascuno dei quali conteneva due prove in media a controllo segreto.

L’ECOdolomitesGT 2019 é stata vinta da Nicola Ventura e Daniela Marchisio dell’EcoMotori Racing Team a bordo della 500 Abarth alimentata a biometano, tallonati dal secondo posto di Cesare Martino e Francesca Olivoni (della Scuderia Etruria) e dal Terzo Posto del RaceBioConcept Team, rappresentato di Vincenzo Di Bella e Claudio Canale.

Ottima la performance di Domenico Palermo e Giordano Regazzo che, al loro debutto, hanno tenuto alti i colori del Volta Electric Team: la squadra corse “tutto elettrico” che, sin dalla sua recente costituzione, ha sempre dato gran filo da torcere ai più veterani.

Più sfortunata la performance di Lukasz Nytko e Patrycja Sitarz (del mitico team internazionale Nytko Motorsport), i quali, avendo dovuto rinunciare alla prima manche, hanno finito con l’optare per un ritiro che ha sicuramente lasciato ai propri avversari il campo libero da un altro temibile veterano.

Gli “#Emission #Factor” – i fattori, ossia, redatti dal Joint Research Center della Commissione Europea, i quali premiano gli applicativi in base all’effettivo impatto ambientale “well-to-wheel”, per la prima volta introdotti dal #GreenEndurance, e in continua evoluzione d’applicazione – hanno premiato il l’energia elettrica da fonte rinnovabile e il biometano quali migliori fonti energetiche per l’autotrazione, con riferimento alle emissioni climalteranti: quelle stesse che, per molti, hanno scatenato, appunto, la tempesta “Vaia”, alla quale s’é ispirato il prize-giving dell’EDGT. Gli effetti della quale tempesta sono ancora evidenti a tutti, come evidenti sono stati ai driver che hanno percorso le strade di questa manifestazione.

L’ECOdolomitesGT – quale parte integrante dell’Evento/Raduno ECOdolomites, arrivato quest’anno ad Ortisei alla sua decima edizione – si aggiorna con l’edizione 2020 che già si preannuncia ricca di novità. Una tra tante la titolazione FIA E-Rally / Electric and New Energy Championship.